GLI EROI DEL MAGNIFICO NAPOLI

4c1e9-1517300771-800ss

Alcuni eroi stanno  dietro le meravigliose prestazioni del Napoli, Napoli è uno dei favoriti per il titolo di Serie A quest’anno. Questi eroi sono artisti di spicco Non è davvero una sorpresa che la Juventus sia stata campione della Serie A per sei volte di seguito. Con la profondità della squadra, la qualità e la mentalità che possiedono, ha senso solo che altri club della lega abbiano ancora molto da migliorare per rappresentare una minaccia per il dominio di The Old Lady.Così era fini allla scorsa stagione. Il Napoli è attualmente al vertice della classificadella Serie A e anche se le divisioni sono diverse per un solo punto, la Juventus sembra aver perso parte del suo fascino ed ha  perso inaspettatamente contro la Sampdoria e la Lazio. Il Napoli ha fatto buon uso di questo e mantenuto la sua compostezza al vertice, essendo stato lì per un bel po ‘di tempo. Considerando la forma dei giocatori, lascerebbe l’amaro gusto per il club di scivolare e consentire alla Juventus un settimo titolo consecutivo. Con entrambe le squadre milanesi in ordine di punteggio quando sono stati contendenti al titolo per alcuni anni, le squadre di Roma: AS Roma e Lazio a fianco del Napoli hanno il compito di la Vecchia S contenerela vechhia signora . Il Paternopei ha subito una sola sconfitta in campionato in questa stagione, contro la Juventus. Nonostante questa perdita, gli uomini di Maurizio Sarri hanno tenuto testa a tutti e non hanno fatto ulteriori errori. Una squadra di talento, la chimica della squadra è stata fantastica quest’anno e quindi è stato il coinvolgimento del tecnico con tattiche migliorate. Tuttavia, ci sono alcuni giocatori con prestazioni eccezionali.

#1 Lorenzo Insigne

SSC Napoli v Bologna FC - Serie A

La prolifica ala italiana è stata in forma sublime in questa stagione. Giovane, dotato e pieno di energia, Insigne è stato fantastico sui fianchi, terrorizzando sempre i terzini, lasciando così ampio spazio a Dries Mertens per sfruttare l’area. Dopo aver segnato 5 reti e aver segnato altri 6 gol in questa stagione, Lorenzo Insigne è stato finora un giocatore fondamentale per il Napoli.

#2 Dries Mertens

SSC Napoli v Bologna FC - Serie A

 

Quando il Napoli stava lottando nell’ultimo terzo, Dries Mertens venne come il Messia. Il centrocampista offensivo si trasforma in un attaccante a tempo pieno. E si sta divertendo anche in quel ruolo. Dopo aver già battuto 13 gol e 6 assist, è il miglior contendente per il premio di Serie A del giocatore dell’anno. La sua formidabile collaborazione con Lorenzo Insigne e Jose Callejon ha permesso al trio di giocare come se le loro menti fossero interconnesse, distruggendo ogni difesa che incontravano.

#3 Marek Hamsik

SSC Napoli v Bologna FC - Serie A

Il capitano del Napoli ha davvero intensificato il suo gioco in questa stagione. Con 4 gol al suo nome, il maestro centrocampo slovacco è stato un vero e proprio serbatoio di  idee un giocatore quando si tratta anche  di compiti difensivi. È anche diventato il capocannoniere di tutti i tempi del Napoli con 117 goal. Spesso nascosto nell’ombra degli attaccanti, ha davvero preso il giocoto con grinta ogni volta che ha calpestato il campo in questa stagione.

#4 Kalidou Koulibaly

SSC Napoli v Hellas Verona FC - Serie A

Kalidou Koulibaly è stato probabilmente il miglior difensore centrale del campionato italiano,palle conquistate in aria ,possesso dello spazio,placcaggi  in sicurezza dell’ultimo uomo, questo ragazzo è cresciuto tanto ed ha fatto tutto questo , Kalidou ha il 91% dei passaggi ed il 59% dei teckel vinti . Ma ha anche segnato 4 gol e fatto un assist , tutto ciò lo rendono un calciatore completo e maturo.

Baivab Kumar sudafrica

 

Annunci

L’ INTOCCABILE ?

 SSDopo un avvio lento della stagione, Callejon ha riacquistato la sua capacità di essere decisivo per due partite. Tuttavia, alcuni dei suoi benefici suscitano sempre più dibattiti, soprattutto quando sappiamo che il Napoli è attivo in diversi mercati per reclutare alepromettenti …

Di Nicolas Soldano pubblicato il 28 gennaio 2018

 

Callejon ha finalmente trovato la via delle reti. Più di 2 mesi dopo e dopo 14 partite di scarsità, lo spagnolo è stato ancora decisivo, è stato contro l’Hellas. Bis repetita nell’ultima partita di campionato a Bergamo con un grande assist da esterno ai piedi di Dries Mertens. La macchina è definitivamente riavviata? la domanda merita una domanda perché l’attaccante napoletano non era necessariamente abituato a tali buchi durante una stagione, soprattutto che al di là delle statistiche, gli ultimi mesi di Callejon erano anche molto complicati in termini di gioco proposto. Dopo un buon inizio di stagione (6 gol e 3 assist in 10 partite), Callejon è quasi tornato in letargo: un piccolo goal e nessun passaggio decisivo nelle successive 20 partite. Insolito per un giocatore che ha sempre saputo come curare le sue statistiche,

Stanchezza, ferite? mai visto …

Ciononostante, Callejon rimane negli undici titolari di Sarri dal momento che ha partecipato a tutti gli incontri di Napoli dall’inizio della stagione. Una statistica parlante ma non sorprende nessuno così tanto lo spagnolo sembra avere un metabolismo da supermen, lui che non è mai ferito (nessun infortunio registrato in 5 stagioni a Napoli!) E chi non sembra mai influenzato dall’accumulo di fiammiferi . È semplice dal suo trasferimento dal Real Madrid 5 anni fa, l’ala destra ha giocato 171 partite di campionato e 39 partite di coppa europee. Allo stesso tempo, il Napoli ha giocato 173 partite di Serie A e 40 partite europee, una partecipazione di ala al 99% delle partite della sua squadra sin dalla sua firma, sostituita in appena un quarto delle partite. . Per un portiere, la statistica  sarebbe bella, ma per un’ala, è al di là della comprensione. Se aggiungiamo a questo il fatto che è uno degli attaccanti che percorre il maggior numero di miglia in Europa a che oltretuttto si massacra nella pressione difensiva, è logico che Sarri faccia una delle sue ruote tattiche essenziali, anche quando attraverso periodi più noiosi in senso offensivo.

Finalmente una vera competizione?

Tuttavia, queste cifre mostrano anche una cosa: Callejon sembra non aver mai avuto davvero concorrenza al suo posto. Che si tratti di Ounas in questa stagione o di altri giocatori i cui nomi sono difficili da ricordare negli ultimi anni, la gente non sembra avere (o ha avuto) le spalle e il profilo per consentire una vera rotazione. Che dire del reclutamento napoletano negli ultimi anni? in effetti in certe stagioni non c’erano semplicemente altri professionisti alla destra nella squadra. Ma dal momento che molti mercati, i funzionari di reclutamento stanno moltiplicando i contatti per ingrossare numericamente la loro linea di attacco, un problema che è chiaramente avvertito in questa stagione, soprattutto a livello del divario tra titolari e sostituti. Amin Younes è in viaggio per Castel Volturno, e le discussioni continuano con Lucas e Deulofeu che hanno il vantaggio di aver già giocato a destra. Arrivi che potevano finalmente consentire una vera competizione di qualità per tenere i titolari sotto pressione e mettere un po ‘più di fuoco nel gioco.