LA JUVE NON PUO’ SPECCHIARSI NEL ” BEL GIOCO ” DEL NAPOLI

                                BRASILEPlayers pay tribute to former SSC Napoli's President Roberto

Penso che uno dei maggiori problemi del calcio sia credere ciecamente che ci siano alcune tattiche miracolose, vincenti in assoluto. Pep Guardiola ed i suoi team sono esempio di tale affermazione dato che conquistano sia i tifosi che professionisti del settore – ancora di più se prendiamo ad esempio il suo  decennio alla guida del Barcelona con il  9 falso . La Juventus non puo’ copiare la tattica del Napoli sarebbe un errore anche se quel modo di giocare  sembra deliziare sia il nord che il sud .

Usare i numeri per parlare di tattica, è riduttivo. Dire che la squadra ha giocato un 4-4-2 non mostra tutte le proposte e le specificità di un  posizionamento. Il 4-4-2 del West Bromwich in una mattina di novembre potrebbe essere diverso dallo stesso posizionamento della stessa squadra in un soleggiato pomeriggio di febbraio. Parliamo con i numeri perché è più semplice e più conveniente presentare un’idea di base.

Non molto tempo fa,   il Brasile è stato battoto da un 4-2-3-1  dopo che Tite ( l’allenatore )  ha fatto giocare bene i Corinthians in questo modo. In Italia, le squadre hanno iniziato a copiare la formazione con tre difensori di Antonio Conte riprogrammandosi  per giocare come giocare faceva  la Juventus – infatti, il campionato inglese è iniziatoquest’anno con più della metà delle squadre del campionato che giocano con varianti di questo schema dopo che il Chelsea s’ è incoronato campione.

Qualunque schema puoi usare, le tattiche sono temporali e specifiche. È l’ insieme di giocatori durante un periodo ed in quella circostanza, si adatta e cerca di dare il meglio. A livello nazionale, è quello che è successo al bianconeri nel 2015-16, forse la stagione migliore di Massimiliano Allegri in Juve. Il Napoli è cresciuto con una proposta pensata per quell’universo: gli atleti sono sicuri di come Maurizio Sarri vede il calcio e, più precisamente, come deve essere giocato in quell’ambito.

Preferirei non usare agli aggettivi bello  e brutto. Anche il  termine ” calcio povero ” è troppo semplicistico, perché spesso viene usato in senso peggiorativo per le squadre che agiscono difensivamente. “Efficace” è  meglio, ha relazione con il risultato. Il calcio è cinico e quindi non c’è spazio per il romanticismo e le tensioni, tecnico , estetica contro fisico .

Daniel Alves ha spiegato perché ha lasciato la Juventus, ha dichiarato che il calcio italiano ha bisogno di tornare al passato, riferendosi  alla leadership che le squadre italiane avevano  in Europa . Per lui, tutti hanno bisogno di prendere il Napoli come esempio.

Attualmente, la Juventus ha il terzo miglior attacco del continente (40 gol, dietro a Paris Saint-Germain e Manchester City). Sono cinque in più rispetto al leader del campionato, nonostante tiri in meno e, di conseguenza, creano meno occasioni per partita. Quindi la Vecchia Signora può giocare ancora più offensivo? Con i giocatori che ha, sì. Può essere offensivo come partenopei ? Con i giocatori che ha, no.

 

Le tattiche del Napoli sono buone per il Napoli; l’idea del Napoli può essere buona anche  per altri , tuttavia, è tutt’altro che certo – indipendentemente dal risultato tra questi grandi rivali questo venerdì (1 °). Abbandonatevi al divertimento ed al  fatto che il calcio abbia diverse modi d’interpretazionee non c’è un solo modo d’ interpretarlo .

http://espnfc.espn.uol.com.br/juventus/gazzebra/17218-juventus-nao-pode-se-espelhar-no-futebol-bonito-do-napoli

Annunci